Mito: le zanzare possono diffondere il coronavirus

La zanzara non trasmette coronavirus

Ci sono state ripetute speculazioni sui forum dei social media, come Facebook, secondo cui il coronavirus può essere diffuso dalle punture di zanzara.

Questo non è vero.

Il coronavirus, noto anche come SARS-CoV-2, è un virus respiratorio. È presente nella saliva e nel muco dal naso e si diffonde attraverso minuscole goccioline quando una persona infetta tossisce, starnutisce o addirittura parla.

L’infezione si verifica quando queste goccioline atterrano nella bocca e nel naso delle persone vicine, ma possono anche essere trasmesse attraverso la superficie bagnata degli occhi.

Le persone infette che non presentano sintomi possono comunque trasmettere l’infezione.

Il virus può sopravvivere su superfici o oggetti e le persone possono essere infettate toccando qualcosa di contaminato e quindi toccando la bocca, il naso o gli occhi. Non si pensa che sia un virus “trasmesso dal sangue”, quindi è improbabile che venga trasmesso come la malaria.

Da dove viene la storia?

Il reclamo è stato originariamente pubblicato su Facebook ma sembra che sia stato rimosso da allora. È emerso anche su una varietà di altre piattaforme di social media mentre le persone ipotizzavano da dove potesse provenire questa nuova infezione e come potesse essere diffusa.

Joseph Conlon, uno scienziato dell’American Mosquito Control Association, afferma di aver ricevuto dichiarazioni secondo cui il governo americano sta nascondendo informazioni su questa via di trasmissione. Conferma che a suo avviso “la possibilità di trasmissione delle zanzare del coronavirus è nulla”.

Qual è la base per il reclamo?

COVID-19 è stato collegato nelle menti di molte persone con Zika, una malattia precedentemente poco nota che si è diffusa dall’Africa al Sud e al Nord America nel 2015-2016, causando preoccupazioni diffuse. Tuttavia, Zika è causato da un diverso tipo di virus che si diffonde tra gli esseri umani dai morsi di zanzare infette.

Nonostante non ci siano prove che il coronavirus possa infettare le zanzare, la possibilità continua ad essere propagandata.

Cosa dicono le fonti attendibili?

L’Organizzazione mondiale della sanità è abbastanza chiara che finora non ci sono prove che suggeriscano che le zanzare possano trasmettere il coronavirus. Dice che goccioline infette dalla bocca e dal naso delle persone che soffrono della malattia sono la via principale di trasmissione e ribadisce la raccomandazione che il lavaggio frequente delle mani è il modo migliore per proteggersi da essa.

Lo stesso sito della salute italiano dichiara che questa notizia è falsa. Clicca qui e vai al punto 10.

Allo stesso modo, i Centri statunitensi per il controllo delle malattie affermano di non disporre di dati che suggeriscano che COVID-19 sia diffuso da punture di zanzare o zecche e che il contatto da persona a persona sia il rischio principale.

Citazioni

Salute.gov.it

 

10) Il nuovo coronavirus può essere trasmesso attraverso le punture di zanzara

Falso

Il nuovo coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso le goccioline generate quando una persona infetta tossisce o starnutisce, o attraverso goccioline di saliva o secrezioni dal naso

In ogni caso è bene eseguire regolarmente le disinfestazioni di zanzare per evitare qualsiasi rischio, anche minimo e per scongiurare un’estate piena di morsi e rimorsi