Tarme dei tessuti e dei vestiti: cosa sono e perché rivolgersi a dei professionisti

Le tarme dei tessuti sono una problematica piuttosto comune sia all’interno delle abitazioni che presso magazzini e aziende. Questo insetto può provocare danni, anche molto importanti, ai tessuti, ai materiali pregiati quali pelle e pelliccia ad esempio o ai tappeti.

Le tarme sono degli insetti considerati a tutti gli effetti infestanti, anche se non provocano danni alla salute delle persone. Capiremo in questo approfondimento cosa sono le tarme dei tessuti e come riconoscerle.

Tarme dei vestiti
disinfestazione tarme dei vestiti

Le tarme sono un fastidio che può essere prevenuto con accorgimenti nella pulizia e nella manutenzione degli spazi e con trattamenti dei tessuti. Nel caso la prevenzione non sia sufficiente è possibile intervenire con l’utilizzo di prodotti specifici. Per estirpare il problema alla radice è necessario però l’intervento di una ditta specializzata in disinfestazioni, capiremo in questo articolo perché.

Chiedi un preventivo personalizzato

* Campo richiesto

Tarme dei tessuti: cosa sono

Le tarme dei tessuti sono degli insetti che appartengono alla specie dei lepidotteri e alla famiglia delle Tineidae. Si presentano nell’aspetto molto simili a delle farfalle notturne, ma a differenza di queste che sono completamente innocue le tarme invece intaccano le fibre tessili di origine vegetale e / o animale.

In Italia sono presenti 4 tipologie differenti di tarme, ognuna di esse con aspetto e preferenze di fibre diverse. Le specie più comuni sono la tineola bisselliella e la tinea pellionella, ma esistono comunemente in Italia anche la Hofmannophila pseudospretella e la Endrosis sarcitrella.

Tineola bisselliella

Questa specie di tarma dei tessuti è molto piccola, di colore marrone – grigio. L’apertura alare arriva a 10 mm. Le uova sono bianche e hanno una dimensione di 0,5 mm per 0,3 mm. Le larve hanno una lunghezza di 10 mm circa e si presentano di colore bianco. Queste tarme creano fori irregolari sui vestiti e sui tessuti in generale.

tarma dei vestiti tineola bisselliella
tarma-dei-tessuti-pellicce

Tinea pellionella

Specie comune di tarma dei vestiti, ha una grandezza tra 3 e i 6 mm. Si presenta di colore giallo oppure marrone con delle macchie più scure sulle ali. La larva di questa specie è bianca e può arrivare fino a 10 mm. I fori lasciati da questa specie di tarma sono più regolari della precedente.

Hofmannophila pseudospretella

Una ulteriore variante delle tarme dei vestiti presente spesso negli ambienti è la Hofmannophila che si distingue per il colore marrone con qualche punto più scuro. L’adulto misura tra gli 8 e i 14 mm, mentre in stadio larvale la lunghezza può giungere fino a 20 mm. Questa specie predilige la lana, la pelle e le piume.

tarma-vestiti-hofmannophila-pseudospretella
tarma-dei-tessuti-endrosis-sarcitrella

Endrosis sarcitrella

L’ultima specie di tarma dei tessuti comune si presenta con una dimensione compresa tra 6 e 10 mm. La testa è bianca, mentre le ali sono screziate. In stadio larvale la dimensione può raggiungere i 12 mm, mentre il colore è il crema con testa marrone. Si nutre di diversi alimenti e viene quindi considerata meno pericolosa per i vestiti e tessuti.

Trichophaga tapetzella: tarme dei tappeti

Esiste anche una quinta, meno frequente, la tignola dei tappeti, nome scientifico Trichophaga tapetzella. Si presenta con un’apertura alare di circa 14 – 18 mm e le larve vivono all’interno di una galleria su tappeti e altri tessuti similari.

tarma-tessuti-trichophaga-tapetzella

Tarme dei tessuti: perché sono considerate infestanti

Solitamente un insetto, o più genericamente un animale, è considerato infestante quando provoca danni non solo ambientali ma anche alla salute delle persone. Le tarme al contrario di altri animali, se presente in ambienti domestici o professionali non è causa di problematiche connesse alla salute. Questi piccoli insetti vengono ad ogni modo considerati infestanti a causa degli ingenti danni che possono apportare agli oggetti realizzati in fibra tessile, in piuma, in pelliccia o in pelle. Debellare il problema delle tarme può essere piuttosto complicato.

uova tarme dei tessuti o vestiti

Tarme dei tessuti: perché scelgono i tessili

Le tarme possono entrare all’interno di un ambiente chiuso semplicemente volando attraverso porte e finestre. Generalmente sono attratte dalla luce o dalla presenza di nidi di uccelli. Prediligono gli ambienti umidi e bui come le soffitte, i seminterrati, le cantine e soprattutto gli armadi.

La presenza di tessili è fondamentale per le tarme dei tessuti. È proprio di esse che le larve deposte si nutrono. In questo modo le larve crescono, spesso anche molto rapidamente, nutrendosi delle fibre tessili presenti.

I tessuti sono ricchi di cheratina, elemento fondamentale per il nutrimento delle tarme.

Costi disinfestazione tarme dei tessuti

Chiedi un preventivo personalizzato

* Campo richiesto